Seleziona una pagina

Come stirare i tessuti sintetici

I tessuti sintetici sono particolarmente sensibili alle sollecitazioni date da un ferro da stiro, per questo è importante conoscere le modalità giuste da seguire per realizzare una corretta stiratura di un capo di abbigliamento realizzato con questo materiale.

A tal proposito questa guida si pone l’obbiettivo di chiarire prima in cosa consistono i tessuti sintetici, per poi trattare le modalità pratiche con cui stirarli.

Ma per chi non lo sapesse, partiamo dalle base, cos’è un tessuto sintetico?

Un tessuto sintetico rappresenta un materiale apprezzabile perchè trattiene in modo adeguato il calore corporeo, ma non disdegna la possibilità di lasciar respirare la pelle senza trattenere l’umidità, che altrimenti può risultare fastidiosa, per questo è ottimo per un indumento.

come stirare i tessuti sintetici Esso viene spesso utilizzato per la realizzazione di indumenti sportivi, anche grazie ad una buona comodità oltre che una grande elasticità accompagnata ad una buona dose di resistenza.

I tessuti sintetici sono ottenuti principalmente in modo chimico, mediante derivati petrolchimici, fra le tipologie di tessuti sintetici che si possono trovare comunemente figurano:

– l’acrilico;

– il poliestere;

– la lycra;

– l’acetato;

– la microfibra;

– il polipropilene.

Come avviene la stiratura dei tessuti sintetici nel dettaglio

L’operazione della stiratura può risultare delicata tenendo conto che i tessuti sintetici sono particolarmente sensibili al calore, dunque è importante evitare una temperatura eccessiva del ferro da stiro perchè tale materiale potrebbe sciogliersi (sopra ai 140 gradi), a tal proposito è bene procedere con la massima cautela, magari partendo da un angolino del capo di abbigliamento che vogliamo stirare.

Esistono anche alcune tipologie di fibre sintetiche che non si sgualciscono, il che rappresenta un’ottima notizia, perchè non è necessario stirarle per mantenere un capo di abbigliamento sempre in ordine.

E’ consigliabile realizzare l’operazione della stiratura utilizzando un ferro da stiro con regolazione automatica sia del vapore che del calore, in questo modo indubbiamente non si correrà alcun rischio di rovinare l’indumento realizzato con tessuto sintetico, tali apparecchi possiedono una temperatura preimpostata in automatico.

Altri vantaggi apportati in questo caso sono l’oggettivo risparmio di tempo nel completare la stiratura, senza dimenticare che con esso la piastra non perde acqua in alcun modo.

Ovviamente l’operazione si può compiere anche con un ferro da stiro a regolazione manuale, ma in questo caso bisogna prendere delle precauzioni per così dire.

E’ il caso ad esempio dell’uso di una piastra particolarmente scorrevole e di qualità, così da eliminare le eventuali pieghe e grinze più difficili con una o un paio di passate, in modo da portare al termine il lavoro senza indugiare troppo sull’indumento e rischiare di amplificare il problema anziché risolverlo.

Ovviamente c’è bisogno di massima cautela nello svolgere l’operazione di stiratura sui tessuti sintetici, ma lo stesso vale anche per il lavaggio, dove bisogna considerare con attenzione con quale detergente si opera, in particolare è consigliabile utilizzare un detersivo capace di intervenire con delicatezza sui capi di abbigliamento di questo tipo.

Infine, la temperatura massima a cui si stirano i tessuti sintetici è di 140 gradi, onde evitare di creare danni dovuti all’eccessivo riscaldamento.