Come scegliere un ferro da stiro

Il ferro da stiro è uno strumento di “vecchia data”, poiché è diventato un accessorio necessario nelle case degli italiani da ormai tantissimi anni.

De'Longhi ferro da stiro con caldaia a carica continua PRO1847 StirellaLa tecnologia ha però apportato moltissime innovazioni anche negli elettrodomestici moderni, quindi bisogna analizzare varie caratteristiche. Vuoi sapere come scegliere un ferro da stiro?

Allora seguimi in questa guida dove ti elencherò le principali specifiche tecniche da tenere in considerazione.

Il serbatoio dell’acqua

Il serbatoio dell’acqua può essere di due tipologie: interno o esterno. Il serbatoio interno ha una capacità più ridotta, che in genere può oscillare dai 130 ml fino ad un massimo di 600 ml.

Il serbatoio esterno invece ha una capacità molto più ampia, che solitamente supera il litro. Una casalinga che deve stirare molti panni avrà naturalmente bisogno di un serbatoio più capiente, mentre un single può accontentarsi di un serbatoio meno capiente ma più economico.

La camera di vaporizzazione

Durante la stiratura l’acqua nel serbatoio passa nella camera di vaporizzazione, trasformandosi in vapore che viene erogato tramite appositi fori presenti sulla piastra. Puoi scegliere una camera che eroga il vapore manualmente premendo un semplice pulsante, oppure automaticamente quando la piastra si avvicina al capo da stirare.

La piastra

Elemento fondamentale del ferro da stiro è la piastra, che può avere varie dimensioni. Devi ovviamente scegliere la grandezza della piastra in base alla quantità di panni da stirare. Le piastre fondamentalmente possono essere di quattro materiali: ceramica, acciaio inox, alluminio e teflon.

Le piastre in acciaio inox e teflon si riscaldano in modo uniforme, garantendo una buona fluidità durante la stiratura.

La piastra in alluminio concentra il calore verso la punta, risultando ideale per la stiratura degli angoli difficili come i colletti. Infine la piastra in ceramica non è solidissima, ma è molto indicata per la stiratura dei capi più delicati.

Il manico per la presa

Il manico per la presa deve essere estremamente ergonomico, leggero, e facile da utilizzare. Il materiale migliore è il sughero, poiché impedisce le scottature in caso di surriscaldamento del ferro.

La mano non dovrebbe essere eccessivamente affaticata, assumendo una posizione non superiore ad un angolo di 45 gradi.

Impugnatura ergonomica (Soft Touch)

Se per te la comodità è tutto allora ti consiglio di optare per un modello con impugnatura ergonomica “Soft Touch”, che assicura una presa estremamente confortevole con tasti piuttosto larghi.

Funzione anti-calcare

Il calcare è un acerrimo nemico del ferro da stiro, poiché a lungo andare potrebbe inficiare sul suo funzionamento e su una stiratura efficiente. Ti consiglio quindi di optare per modelli dotati della funzione anti-calcare, riportanti le diciture “calc-away”“calc-clean” ed “easy-de-calc”.

Piastra Microsteam

I migliori ferri da stiro sono dotati della piastra Microsteam, che avendo tanti piccoli fori garantisce una perfetta distribuzione del calore sui capi stirati, e quindi la massima efficienza in fase di stiratura.

Vapore verticale

Alcuni modelli sono dotati della pratica funzione di vapore verticale, che assicura una stiratura perfetta sui capi appesi come tende, giacche, abiti, ecc.

Se solitamente hai necessità di stirare i tuoi capi con questa metodologia, ti consiglio di scegliere un modello con questa particolare funzione.

Super-vapore

Non ti accontenti e vuoi il massimo dell’efficienza dal tuo ferro da stiro? Allora ti suggerisco di acquistare un modello dotato della funzione super-vapore, capace di stirare le zone più stropicciate e di restituirti i tuoi capi come nuovi.

Stiratura per vestiti diversi

Devi stirare diverse tipologie di tessuti? Allora sappi che molti ferri da stiro, tramite un’apposita funzione, sono in grado di autoregolarsi in base al tipo di tessuto. In questo modo puoi stirare tutti i tuoi panni in un’unica soluzione senza dannarti ogni volta.

Sistema anti-gocciolamento

Quando stiri il tuo ferro da stiro perde acqua bagnando i vestiti? É un problema che si verifica quando il termostato è impostato a basse temperature, e quindi una parte dell’acqua non si trasforma in vapore.

In questi casi ti basta scegliere un modello dotato di sistema anti-gocciolamento, che evita la fuoriuscita di acqua del serbatoio.

Sistema di auto-spegnimento

Ti è mai capitato di lasciare acceso il ferro da stiro per rispondere al telefono, e bruciare una camicia o un vestito? Puoi dire addio a questo problema optando per modelli con sistema di auto-spegnimento.

Dopo un determinato periodo di inattività, che varia da modello a modello, un sensore interno spegnerà automaticamente l’elettrodomestico.

G/min.

Infine un ultimo parametro da valutare sono i g/min., vale a dire i grammi di vapore erogati al minuto. Alcuni ferri da stiro possono arrivare fino a 200 g/min. con la funzione di supervapore.

Per avere dei risultati ottimali ti consiglio di optare per un modello sui 120-150 g/min.